LA POSTA DEI LETTORI / Sulle attività del comitato "Conoscere la Riforma"

Lunedì 7 Novembre 2016 - Faenza

Nell'ultimo mese il comitato "Conoscere la Riforma" ha organizzato a Faenza diverse conferenze affermando di voler illustrare in modo oggettivo la riforma costituzionale. In realtà, i relatori delle tre serate, Simone Calzolaio, Edoardo Raffiotta (ricercatori universitari in diritto costituzionale) e Massimo Rubechi, (professore universitario aggregato nella medesima materia) sono tutti firmatari del “Manifesto per il SI al referendum istituzionale”, come si può leggere in una delle pagine del sito del comitato (https://conoscerelariforma.wordpress.com/2016/10/07/i-nostri-relatori/).


In particolare, Rubechi non solo è consigliere giuridico della Ministra Boschi, ma anche collaboratore dei gruppi parlamentari del Pd ed autore, nel 2013, di un documento sulla road map delle riforme costituzionali.
Nel manifesto che pubblicizza il ciclo di iniziative, compare tra gli altri, anche il logo dell'Agesci e della Scuola diocesana di formazione socio-politica per giovani "A gonfie vele".
La cosa stupisce in quanto l'Agesci nazionale ha dichiarato pubblicamente di non volersi schierare (http://www.agesci.it/2016/08/12/articolo-11-agosto-de-messaggero/).
Forse, l'Agesci della zona di Faenza-Ravenna ha compiuto una scelta, legittima, ma diversa?
Oppure i responsabili di queste associazioni cattoliche hanno letto frettolosamente la proposta che il 'Comitato Conoscere la Riforma" aveva inviato loro, come a tante altre? Infatti, in essa si parlava 'di tre serate pubbliche di taglio informativo sul merito dei temi referendari organizzate da cittadini per cittadini, senza l'intermediazione di comitati politici per il "si" o per il "no"' e di “terreno neutro'” in cui svolgere gli incontri. Forse si sono definitivamente convinti leggendo che l'iniziativa era 'totalmente autofinanziata'?
Questo lo diciamo solo per esigenza di chiarezza da parte di tutti. Non è in discussione la fede di nessuno. Ognuno liberamente e consapevolmente compie la propria scelta e se vuole si impegna a sostenerla pubblicamente e onestamente, avendo cura, in particolare, di rispettare i più giovani.

Davide Patuelli, Alviero Viselli, Roberto Bellinzona, Antonella Baccarini

 



Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.