Processo a Matteo Cagnoni per l'omicidio Ballestri: la difesa punta ad escludere le parti civili

Martedì 10 Ottobre 2017
Matteo Cagnoni e Giulia Ballestri

Aperto il dibattimento a Ravenna

Si è aperto questa mattina - martedì 10 ottobre - nell'aula della Corte d'Assise di Ravenna il processo a Matteo Cagnoni imputato dell'omicidio della moglie Giulia Ballestri. Numeroso il pubblico presente, molta stampa, tanta la curiosità. All'imputato è stato concesso di assistere al dibattimento accanto ai suoi difensori, gli avvocati Trombini e Dalaiti del foro di Bologna. L'udienza è entrata nel vivo con la richiesta da parte di uno dei difensori di Cagnoni, l'avvocato Dalaiti, di escludere tutte le parti civili al processo escluse quelle dei familiari.

Quindi la difesa di Cagnoni punta ad escludere l'Udi, Linea Rosa, il Comune di Ravenna e anche l'Associazione dalla parte dei minori, già esclusa in sede preliminare e che questa mattina ha ripresentato la richiesta di costituzione attraverso l'avvocata Antonella Monteleone. L'avvocato Scudellari che tutela gli interessi della famiglia della vittima ed in particolare dei figli minori, ha chiesto alla Corte di emettere un provvedimento che punta ad escludere dalle cronache giornalistiche del processo tutti gli elementi che possano in qualche modo turbare i suoi piccoli assistiti. La Corte, presieduta dal dottor Schiaretti si è riunita in camera di consiglio per decidere.

Tutti gli aggiornamenti non appena ci saranno novità.

...Commenta anche tu!