La Lega attacca Zivieri su strade dissestate: "Lavori solo in centro, niente per il forese"

Giovedì 12 Ottobre 2017 - Faenza
Foto di repertorio

«L’assessore Zivieri annuncia i brillanti risultati, in termini di grandi opere, sulla manutenzione stradale. La quale, come sotto gli occhi di tutti, è quanto meno deficitaria in alcune zone del territorio. Ci chiediamo, a tale proposito, per quale motivo quel poco che è stato fatto abbia riguardato soltanto il centro, mentre periferie, campagne e frazioni sono state totalmente dimenticate». Il consigliere regionale (e segretario locale) del Carroccio, Andrea Liverani, ed il capogruppo in consiglio comunale Ln, Gabriele Padovani, non risparmiano aspre critiche all’assessore ai lavori pubblici faentino, Claudia Zivieri.

 

La quale ha illustrato nei giorni scorsi i risultati raggiunti dalla sua amministrazione, capace di riasfaltare un tratto di circonvallazione, mentre a breve partiranno i lavori anche su via Fornarina e Testi. «Scelte mirate – sostiene Zivieri – e che hanno riguardato 200mila metri quadri di asfalto in due anni».

 

Scelte sulle quali anche la Lega nord potrebbe essere d’accordo, ma c’è un nodo – secondo la Lega Nord – che non viene affrontato: «Per quale motivo – chiedono Liverani e Padovani – si è fatto così poco, anzi nulla, per i tratti di periferia o di campagna? Esistono attività produttive penalizzate, anche fuori dal centro cittadino, e frazioni che devono fare i conti con strade pericolose e disagi. Come nel caso del Forese, completamente dimenticato da questa amministrazione. Dunque, va bene avere un occhio di riguardo per il centro della città, anche la gente della campagna e delle periferie, in un territorio che rimane a forte vocazione agricola, paga le tasse. Non è quindi giusto trattare queste persone come cittadini di serie B».



Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.