Litiga con la convivente e poi minaccia di morte l’amico in comune: denunciato 53enne

Venerdì 27 Ottobre 2017 - Brisighella

Un 53enne residente nel brisighellese è stato denunciato per aver minacciato con un coltello un amico, dopo che questi aveva accolto in casa sua la fidanzata dell'uomo a seguito di un litigio fra i due. La vicenda risale a qualche sera fa, quando la coppia di conviventi, lei 51enne e lui 53enne, ha iniziato un acceso litigio nelle vicinanze dell’abitazione di amici in comune.

 

Ad accoglierla nell’abitazione era stato il padrone di casa, un 58enne che di lì a poco si era ritrovato fuori dalla porta anche il compagno della donna che pretendeva di entrare per chiarire la situazione. Quando il 53enne si è visto negare l’accesso all’abitazione, è andato su tutte le furie ed è entrato in casa di prepotenza, dirigendosi verso la cucina dove la sua compagna si era rintanata. A fatica il padrone di casa è riuscito a trascinarlo fuori ma il 53enne non si è rassegnato, infatti è riuscito ad entrare nell’abitazione una seconda volta, poi ha impugnato un coltello che si trovava sul tavolo della cucina e lo ha puntato contro il 58enne, minacciando di “ammazzarlo”.

 

A quel punto è intervenuta la figlia del padrone di casa che è riuscita a convincere l’aggressore ad uscire, mentre il padre ha telefonato al 112 per chiedere l’intervento di una pattuglia dell’arma. Quando sono arrivati sul posto i carabinieri del radiomobile di faenza, il 53enne si trovava ancora nei paraggi dell’abitazione. Dopo l’identificazione l’uomo ha ammesso quello che era successo, giustificando il suo gesto come reazione al fatto che il 58enne si era intromesso per impedirgli di incontrare la compagna. La sua spiegazione, però, non gli è servita ad evitare una denuncia per “minaccia e violazione di domicilio aggravata”.



Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.