Faenza: presentato il report del progetto contro le dipendenze patologiche "Fra le Righe"

Lunedì 20 Novembre 2017 - Faenza

Dall’inizio del progetto sono stati coinvolti 94 giovani, svolte 218 uscite con unità mobile; “informate” 15.444 persone; distribuiti 60.379 profilattici, 20.713 materiali informativi ed eseguiti 12.161 etilometri

All’interno del ciclo di incontri “Parole Stupefacenti” organizzato dal Servizio dipendenze patologiche di Faenza, AUsl Romagna, in collaborazione con Servizi Sociali Associati e Comune di Faenza, è stata presentata la ricerca-valutazione del progetto “Fra le righe” a 9 anni dalla sua 1a edizione: realizzato dal SerT di Faenza con la coop. RicercAzione, s'inserisce nell’ambito dell’attivazione di servizi di prossimità all’interno del programma di contrasto alle dipendenze patologiche e abuso di sostanze, attraverso il coinvolgimento di “un’unità di strada” formata da giovani volontari e operatori del SerT che presidiano i “luoghi del divertimento” del distretto faentino per promuovere attività di formazione e prevenzione. 

 

La ricerca-valutazione che racconta questi 9 anni di attività – spiega Giovanna Brondino di RicercAzione – ha messo in luce diversi aspetti quantitativi e qualitativi del progetto Fra le righe. Per quanto riguarda i numeri, dall’inizio del progetto sono stati coinvolti 94 giovani del territorio di età compresa tra i 18 e i 30 anni; sono state svolte 218 uscite con unità mobile; sono state “informate” 15.444 persone; distribuiti 60.379 profilattici, 20.713 materiali informativi ed eseguiti 12.161 etilometri. Le buone prassi individuate dalla ricerca (che è stata pubblicata ed è disponibile presso il SerT di Faenza) verranno messe a sistema e proposte nella futura programmazione degli interventi di prossimità che si svolgeranno nel territorio romagnolo”.



Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.