Dalla balena blu al cyberbullismo: all'Istituto Oriani di Faenza un incontro dedicato alle famiglie

Martedì 19 Dicembre 2017 - Faenza

Mercoledì 20 dicembre alle ore 18

Mercoledì 20 dicembre, alle ore 18, all’ITS Oriani di Faenza il dottor Andrea Bilotto, insieme al dottor Jacopo Casadei, psicologo del lavoro, incontrerà genitori e docenti della scuola per approfondire il ruolo che ha internet e i social media nelle vite dei più giovani, specie quando possono diventare strumenti di abusi, segnando a lungo termine le vite di coloro che si trovano vittime del bullismo digitale.


L’incontro, dal titolo ‘Dalla balena blu al cyberbullismo’, è al centro di un’azione più specifica in sinergia proprio con Bilotto, che collabora per uno sportello d’ascolto efficace e partecipato e per il contrasto al fenomeno del cyberbullismo. Lo psicologo torinese, dal ricco curriculum centrato su argomenti delicati come quelli del cyberbullismo e della educazione alla salute, ha all’attivo alcuni testi sulla genitorialità (Dal Cyberbullismo alla Dipendenza Online, 2016 e Genitori social ai tempi di Facebook e Whatsapp, 2014) e muoverà dalle caratteristiche del bullismo tradizionale in un’ottica sistemica, per approdare all’analisi del cyberbullismo e delle sue principali forme e manifestazioni nei giovani, tracciando così piste di lavoro valide, per docenti e genitori, su come educare gli studenti a contrastare il fenomeno.

Accanto ai chiari aspetti positivi dell’accessibilità comoda e continua ad internet, l’attenzione sarà posta sul forte incremento dei fenomeni pericolosi di internet, principalmente collegati ai social network e alla messaggistica istantanea più comune, che proprio per la loro intrinseca caratteristica di pervasività offrono ad un consistente gruppo di persone malintenzionate la possibilità di raggiungere le proprie vittime ovunque e a qualunque ora del giorno e della notte.

Ecco dunque in forte aumento i fenomeni del cyberbullismo, del sexting e dell’adescamento online, che vanno a colpire soprattutto le fasce degli adolescenti e dei giovanissimi adulti, vittime anche per loro stessa scelta: troppe ore passate sul web e troppa confidenza con le conoscenze online. Senza dire della prepotenza, degli insulti e della denigrazione quali aspetti più deleteri che il cyberbullismo ha in comune con il bullismo tradizionale. 


L’ITS Oriani non è nuovo nel promuovere interventi di questa particolare tipologia, puntando sul valore indispensabile della prevenzione, le cui basi sono in un’efficace informazione ed educazione, assicurata fondamentalmente dalla famiglia e dalla scuola.

 



Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.