'Romagna Toscana', ecco la scommessa turistica di 15 Comuni dell'appennino tra eremi e foreste

Giovedì 21 Dicembre 2017
Uno dei luoghi ricchi di storia che caratterizza il territorio di 'Romagna Toscana'

Presentato il nuovo marchio: ne fanno parte Verghereto, Bagno di Romagna, Sarsina, Santa Sofia, Galeata, Premilcuore, Portico e San Benedetto, Rocca San Casciano, Dovadola, Castrocaro e Terra del Sole, Tredozio e Modigliana, oltre alle toscane Marradi, Firenzuola e Palazzuolo

Raccontare un territorio, con le sue eccellenze ambientali, storiche, enogastronomiche, con una offerta per il turismo slow e vacanze di qualità per l'Italia e l'Europa, grazie a quindici comuni e oltre cinquanta operatori turistici. Ecco, in sintesi, 'Romagna Toscana' il nuovo marchio presentato da Apt Servizi regionale, che offre già pacchetti vacanza. Tra Forlì e Firenze partecipano Verghereto, Bagno di Romagna, Sarsina, Santa Sofia, Galeata, Premilcuore, Portico e San Benedetto, Rocca San Casciano, Dovadola, Castrocaro e Terra del Sole, Tredozio e Modigliana per la Romagna, poi Marradi, Firenzuola e Palazzuolo per la Toscana.

Il marchio (il simbolo è una rocca su un saliscendi di colline) si articola con un sito web (www.romagnatoscanaturismo.it), di proposte di soggiorno ed itinerari offerti da sette operatori dell'incoming, puntando su foreste, pascoli, torrenti, luoghi della spiritualità, eremi medioevali, artigianato artistico, enogastronomia tipica. Oltre a visite guidate, anche in inglese e tedesco, ed i collegamenti tra i vari paesi nel caso di turisti senza mezzi propri.

Oltre al sito, sarà in distribuzione una guida di 24 pagine, anche in inglese, con la descrizione dettagliata e le immagini delle mete e delle eccellenze di questi territori, dal vecchio liutaio a Dovadola alle antiche botteghe di falegnami a San Benedetto, dal ferro battuto a Portico, ai maestri scalpellini di Galeata, fino ai mulini nella zona di Premilcuore. Senza dimenticare le castagne di Marradi e il tortello alla lastra, nelle locande di un territorio da viaggio nel tempo o quasi. Nelle stesse Palazzuolo e Firenzuola si scopriranno poi dolci sia di tradizione rinascimentale, come i berlingozzi, sia pasquali a forma di ciambella, con anice e scorze di agrumi.

Oltre ai percorsi in un paesaggio affascinante tutto da scoprire, tra monti, ruscelli, borghi, luoghi della spiritualità, Vie dei Pellegrini, sentieri e abbazie, la città fortezza del Granducato di Toscana Terra del Sole, eremi medioevali, ma anche territori ricchi di storia, cavalieri, re e regine, papi e dinastie.

"Il marchio vuole far leva sul concetto di patrimonio storico e culturale - ha detto la presidente di Apt Servizi Emilia-Romagna, Liviana Zanetti, in conferenza stampa coi sindaci nella sede di Unioncamere Emilia-Romagna - portando alla luce la qualità del paesaggio e dei beni culturali. Le somiglianze e le diversità tra i due territori saranno i veri punti di forza per la valorizzazione delle quindici comunità che compongono la Romagna Toscana, e per far emergere la grande ricchezza e la grande bellezza di questo territorio unico". E a chi teme che ci siano ancora pochi servizi nell'area in grado di accogliere al meglio i turisti risponde: "Il sistema turistico serve anche a verificare potenzialità e criticità di un sistema, sopperendo alle difficoltà grazie all'impegno di pubblico e privato insieme".

E' lo stesso sindaco di Marradi, Tommaso Triberti, a battere il tasto delle infrastrutture da mettere a punto: "Tra Marradi e Castrocaro bisogna cambiare almeno tre-quattro volte, c'e' bisogno di rilanciare i collegamenti se vogliamo offrire al turista un prodotto completo. Si puo' ripartire dai 47 milioni di euro di fondi giunti per la linea ferroviaria faentina, sviluppando ulteriori collegamenti", incoraggia Triberti.

"Si tratta di un territorio con tanti tratti comuni, sia fisici sia geografici - assicura Marianna Tonellato, presidente dell'associazione Romagna Toscana -. Ma anche con una storia comune, perche' le 15 comunita' si sono ritrovate nei secoli sotto il controllo della repubblica fiorentina prima, della signoria dei Medici e del granducato poi".



Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.