TENNIS / La Squadra A1 femminile confermata al Tennis Club Faenza

Mercoledì 27 Dicembre 2017 - Faenza
La squadra di A1 femminile del Tennis Club Faenza

"Vorremmo rinforzarci, ma senza compromettere gli equilibri raggiunti" commenta il direttore sportivo Giancarlo Sabbatani

Con la cena di fine anno, fra soci del circolo e sostenitori, si è conclusa la stagione della squadra di A1 femminile del Tennis Club Faenza. La formazione capitanata da Mirko Sangiorgi, da neopromossa, è rimasta imbattutata per tutto il campionato, perdendo solo la finale scudetto contro Prato al super tie-break del doppio di spareggio. Un’annata incredibile, piena di grandi soddisfazioni, al termine della quale resta la certezza che il team è attrezzato per restare ai vertici nei prossimi anni.


"Chiusa la stagione più esaltante della storia del nostro circolo, abbiamo iniziato a fare le prime valutazioni in merito all’impostazione della prossima stagione – dichiara il direttore sportivo Giancarlo Sabbatani - Ad oggi c’è la consapevolezza di essere competitivi in A1 con la squadra attuale. A breve mi confronterò con le ragazze ed il capitano, per capire come affrontare al meglio il prossimo campionato. Ora viene la parte più difficile, perché per riuscire a restare ad alti livelli occorre gestire al meglio tutte le componenti. Vorremmo mantenere saldo questo gruppo, la cui unione ha rappresentato il vero valore aggiunto, oltre alle capacità tennistiche delle ragazze. Si potrebbero anche delineare i presupposti per eventuali rafforzamenti, che saranno valutati attentamente per non compromettere gli equilibri raggiunti".

Un punto chiave è legato alle scelte “di vita” che farà nei prossimi mesi Agnese Zucchini: "Per il 2018 – dice la 35enne bolognese – ho in programma di continuare a lavorare, allenarmi e viaggiare (attualmente è negli Stati Uniti col marito Emanuele Tendi) e poi, chissà, magari mettere su famiglia". Se venisse a meno il prezioso apporto di Agnese (un lusso da “numero tre”, così come è stata utilizzata quest’anno), il club faentino è comunque intenzionato a rimpiazzarla con una giocatrice di ottimo livello.

Le altre ragazze dovrebbero esserci tutte anche nel 2018. Alice Balducci - che al primo anno a Faenza si è inserita nel migliore dei modi, contribuendo alla stagione favolosa – all’inizio del 2018 riprenderà la sua attività agonistica individuale, partecipando a vari tornei internazionali. Fra l’altro Alice nella prossima primavera giocherà da “straniera” nelle Serie A1 di Austria e Germania, vestendo rispettivamente le maglie di Graz e Ludwishafen, a conferma della sua predisposizione per i tornei a squadre.

Camilla Scala mette in archivio una stagione straordinaria. Basti dire che da debuttante in Serie A1 ha inanellato una striscia di 14 successi consecutivi fra singolo e doppio. Un percorso eccezionale, interrotto soltanto nella finale scudetto dall’esperta Camerin, che non a caso ha portato a Prato quattro degli ultimi otto scudetti assegnati. Ma il tempo gioca a favore di Camilla, che a 23 anni ha ancora margini di miglioramento e molta voglia di crescere. Anche lei nel 2018 parteciperà a vari tornei Itf, con l’obiettivo magari di entrate nelle “top 400” al mondo (al momento è 412ª).

Confermate anche Giulia Pasini e Chiara Arcangeli, utili alla causa faentina non solo perché si sono fatte trovare pronte quando sono state chiamate in campo (Arcangeli ha vinto due singoli), ma pure per il prezioso ed immancabile sostegno che danno alle compagne a bordo campo, contribuendo a rendere il gruppo molto affiatato. E naturalmente a guidare la squadra l’anno prossimo ci sarà sempre Mirko Sangiorgi, che arriverà alla sua ottava stagione consecutiva sulla panchina faentina.

 



Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.